FAQ -  pag. 2

 

10-      Posseggo degli ottimi cavi di alimentazione che hanno già un qualche tipo di filtratura incorporata (scatole sul percorso del cavo, filtri nella presa Schuko ecc.), posso usarli in entrata/uscita ai BlackNoise per migliorarne ancora di più l’effetto?

 

NO!! Filtri di tipologie diverse messi in cascata e che non siano stati progettati per funzionare assieme danno dei risultati assolutamente imprevedibili e nella stragrande maggioranza dei casi MAI positivi. Vedi anche il punto 8.

 

I BlackNoise devono essere usati con cavi di alimentazione che siano cavi e basta (per quanto sofisticati) senza alcun tipo di filtro addizionale incorporato; quelli “filtrati” possono essere usati sulle altre elettroniche dell’impianto senza controindicazioni ma non sull’ingresso o sull’uscita dei BlackNoise.

 

Gli unici cavi “filtrati” che fanno eccezione, al  momento, sono i vari MIT: Shotgun, Magnum Oracle ecc.

 

11-     D’accordo... posso però usare più filtri BlackNoise in serie uno all’altro per aumentare l’effetto di filtratura e migliorare ancora di più le cose?

 

NO!! Valgono esattamente le stesse considerazioni appena fatte al punto 10: i BlackNoise sono progettati per funzionare con la rete elettrica da un lato e le elettroniche audio dall’altro... e basta! Fanno solo eccezione i nostri stessi filtri e-Spira che possono essere tranquillamente impiegati assieme ai filtri BlackNoise.

 

12-     Come faccio a sapere qual’è il modello BlackNoise più adatto al mio impianto?

 

Detto così non lo può sapere proprio nessuno. È la classica domanda che non può avere risposta, almeno così com’è formulata.

 

Intanto, cerchiamo di capire quali sono i componenti dell’impianto, questo è un punto fondamentale, almeno elettricamente parlando, se non altro per comprendere che potenze ci sono in gioco e dimensionare così il filtro o i filtri appropriati. Vedi il punto 5 per calcolare l’assorbimento dell’impianto.

 

Poi, sapere di che tipo sono questi componenti è ugualmente importante. Si ascolta prevalentemente vinile? Allora lo stadio phono è un punto molto delicato. Ci sono dei finali di alta potenza? Questi ultimi rimandano sulla rete elettrica molti disturbi. Si usano delle casse elettrostatiche? È vantaggioso prevedere un filtro a parte solo per queste ultime. Negli impianti misti, ad esempio audio a due canali insieme a TV, DVD, Home Theatre oppure audio multicanale è possibile trovare delle combinazioni tali da usare lo stesso filtro su apparati che però non sono utilizzati contemporaneamente, ad esempio CDP  e DVD su un Extreme oppure la TV ed il finale dell’audio a due canali su un 1000.

 

Vedere anche la Tabella Comparativa a questo riguardo.

 

Nello stesso tempo è importante sapere se ci sono dei problemi già presenti sulla rete elettrica o nell’ambiente: tic, tac, rientri radio, vibrazioni dei trasformatori ecc. Altri fattori: si abita in campagna isolati, in un condominio in città, vicino a officine, fabbriche o uffici? Si hanno frequenti sbalzi di tensione? È importante non solo ascoltare al meglio, ma anche proteggere l’impianto?

 

Non ultimo, il budget a disposizione può essere l’elemento ancora più determinante, nonostante i BlackNoise siano particolarmente concorrenziali sotto questo aspetto.

 

I fattori sono tanti. Dalla loro combinazione emergono delle scelte preferibili e più ragionate di altre.  Però alcune costanti rimangono, indipendentemente da tutto il resto. Quali? Beh, intanto che un filtro solo, se non rappresenta l’optimum, è meglio di nessun filtro! Ovvio, ma neanche tanto: la domanda può essere riformulata così:

 

Da dove è meglio cominciare per ottenere il miglior risultato?

 

Un pò meglio, qualche risposta si può cominciare a dare. In genere si può cominciare dalle sorgenti e dai preamplificatori, gran parte della qualità del sistema finale dipende da come il segnale è trattato nei primissimi stadi. Step-Up attivi, DAC, Pre-Phono, sono tutti altri ottimi candidati e trovano beneficio dall’impiego di un BlackNoise, compresi quelli con alimentazione separata.

 

In seguito si può intervenire sui finali... anche se alle volte è preferibile intervenire prima su questi che sulle sorgenti, specie se l’amplificazione è di potenza ragguardevole.

 

Il consiglio di massima è acquistare un BlackNoise 500 o 1000 e provarlo via via su tutti i componenti dell’impianto: i risultati saranno più o meno evidenti, ma ci saranno sempre. Il BlackNoise si lascia sul componente dove il miglioramento riscontrato è maggiore e si riflette sui risultati ottenuti. Si è acquistato un 1000 e l’effetto più evidente è sull’integrato ma anche il CDP non è male? Si può pensare allora ad un Extreme da impiegare sul CDP, il miglioramento sarà ancora più evidente. Sia il DAC che il pre fanno un salto di qualità e si è acquistato un 500? Si può allora prendere un altro 500 oppure un Extreme: ancora meglio? Forse allora un 1000 o un 2500 sul finale chiuderebbero il cerchio in positivo.

 

La regola è: sperimentare, ma con la tranquillità che qualunque sia la scelta questa è sempre confortata dai risultati.

 

13-     Sento un leggero ronzio provenire dal filtro. È normale?

 

Si, è normale. All’interno del filtro ci sono delle induttanze (degli avvolgimenti di rame) che al passaggio della corrente vibrano spontaneamente alla frequenza di rete. A seconda di come questi avvolgimenti siano stati più o meno strettamenti avvolti in fabbrica è possibile che alcuni vibrino un pò, nonostante la resinatura interna abbia, tra i vari scopi, anche quello di assorbire queste vibrazioni.

 

Il leggero ronzio può inoltre presentarsi solo in certe condizioni d’uso, in dipendenza dello stato della linea elettrica e del carico applicato: può aumentare e scomparire in orari diversi nella stessa giornata, a seconda delle condizioni della rete, dell'efficacia della terra, dal numero e dal tipo di elettrodomestici attivi sia in casa che nelle immediate adiacenze.

 

Il ronzio è comunque avvertibile solo a distanza ravvicinata o in ambienti particolarmente silenziosi e ad un livello inavvertibile durante il normale ascolto della musica. Può dipendere anche dalla collocazione “fisica” del filtro: se il BlackNoise è posizionato in un angolo, ad esempio, la vicinanza delle pareti vicine fa da “riflettore” amplificando oltre misura il debole ronzio eventualmente presente.

 

14-     È necessario un rodaggio per ottenere il meglio dai filtri BlackNoise? E in caso affermativo quanto lungo?

 

Si, un pò come in genere accade a tutte le elettroniche un rodaggio “fluidifica” le prestazioni. Un rodaggio completo richiede intorno alle 100-200 ore, ma a differenza di altre elettroniche il BlackNoise è sempre sotto tensione, quindi il tempo di rodaggio “percepito” appare sensibilmente più breve del solito: una settimana è normalmente più che sufficiente per arrivare alle massime prestazioni con l’Extreme, il 500 ed il MiniBlack mentre sia il 1000 che il 2500 richiedono un tempo leggermente maggiore.

 

15-     C’è differenza tra la ciabatta costruita da voi ma che veniva distribuita dalla rivista SUONO ed i filtri BlackNoise? Ho l’impressione che si tratti più o meno della stessa cosa, e che le differenze non siano poi molte. Ho ragione?

 

Per nulla!!

Tra i BlackNoise propriamente detti e il prodotto realizzato per SUONO c'è una grossa differenza: la ciabatta di SUONO è esattamente questo, una ciabatta, NON È UN FILTRO!  Per quanto sia ben realizzata ed impieghi gli stessi materiali usati per i filtri è completamente assente la circuiteria “filtrante” vera è propria, a parte la protezione alle sovratensioni; quest’ultima è inoltre più semplice rispetto a quella impiegata sia nei filtri BlackNoise che in tutti i distributori di alimentazione direttamente venduti da noi  (Four, Six, Eight, Slim3 e Slim5). In tutti questi prodotti, oltre alla protezione neutro-fase è presente la protezione terra-neutro e terra-fase che sono invece assenti nel distributore di SUONO. Come distributore di tensione è un ottimo prodotto, schermato, con un cablaggio a stella di grossa sezione e con ottime prese multistandard... ma appunto, non è altro!

 

Di questa ciabatta, nel 2004 e nel 2005 ne sono state realizzate due versioni, la prima nel nostro tradizionale color blu cenere e la seconda di color bronzo/oro. Non c’è alcuna differenza funzionale tra le due, sono identiche sotto ogni aspetto fatto salvo per il colore.

 

16-     Quali sono le dimensioni ed i pesi dei filtri e dei distributori BlackNoise?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

17-     Se installo una linea elettrica dedicata tra il contatore e l’impianto, i filtri BlackNoise diventano inutili?

 

Per nulla, una soluzione non esclude affatto l’altra, semmai c’è una “collaborazione” tra la linea dedicata ed i BlackNoise.

 

La linea dedicata (o meglio ancora le linee, una per le sorgenti e l’altra all’amplificazione di potenza) è un eccellente punto di partenza per l’ottimizzazione dell’impianto audio-video (particolarmente se i cavi sono di buona sezione, almeno 2,5mmq) ma, appunto, è solo un punto di partenza e non una soluzione completa.

 

La linea dedicata, se ben fatta, garantisce una dinamica maggiore (in special modo per amplificazioni “robuste”) e diminuisce i disturbi che vengono dal resto dell’appartamento, ma non può per sua natura eliminarli del tutto (è comunque un semplice filo elettrico).

 

Il pregio maggiore di una linea dedicata è che non avendo altre utenze lungo il percorso che ne modulano il voltaggio (leggi: altre prese con elettrodomestici collegati), riduce di conseguenza ciò che viene chiamato “accoppiamento attraverso impedenza comune”.

 

Si dimentica però spesso che sono gli stessi apparecchi audio-video che disturbano e si disturbano a vicenda. I BlackNoise sono bidirezionali, filtrano sia i disturbi in ingresso che quelli in uscita. In questo modo non solo escludono i disturbi che arrivano all’impianto dall’esterno ma installati su ogni elettronica eliminano anche (*DOPO* la linea elettrica dedicata, quindi!!) tutti i disturbi generati dall’impianto stesso.

 

18-     La mia linea elettrica è sprovvista della terra: i filtri BlackNoise possono essere impiegati ugualmente? La loro efficacia diminuisce?

 

Tutti i filtri BlackNoise non fanno affidamento sulla presenza o meno della terra per funzionare al loro meglio, più che reindirizzare i disturbi verso la terra li trasformano internamente in calore, cancellandoli.

 

In generale, la terra non è lì allo scopo di “portar via” i disturbi, quanto piuttosto di offrire una via preferenziale alle correnti che potrebbero, in caso di guasto di un qualsiasi apparecchio collegato alla rete elettrica stessa, diventare pericolose per la nostra salute. Questo è il suo compito principale. Attraverso il monitoraggio di queste correnti, l’interruttore differenziale (sul quadro elettrico principale dell’abitazione) può interrompere la linea elettrica e di conseguenza annullare la condizione di pericolo rappresentata dall’apparecchio guasto.

 

Che piccoli disturbi (leggere correnti) possano prendere (e lo fanno) “la via di terra” è vero, ma non è una buona pratica usarla a questo scopo né tantomeno farne affidamento.

 

Il punto cruciale è che la terra è fondamentale, ma non per la massima efficacia dei BlackNoise, quanto per la vostra stessa salute!!

 

Più pragmaticamente, ricordate che la garanzia di qualsiasi apparecchio elettrico (la nostra compresa) non è valida se l’apparecchio è impiegato in impianti elettrici che non sono a norma rispetto alla legislazione vigente.

 

 

 

 

Licensed to EcoTecnoLab 

Via Giovenale Gatti 14 - 05022 Amelia (TR) - Italy

Tel/Fax 0744-989056 / 392-5036760

Copyright © 2003-2016

SYSTEMS AND MAGIC

pag. 1

pag. 2

M A D E  I N  I T A L Y

S Y S T E M S   A N D   M A G I C

Le dimensioni sono intese “fuori tutto”, includendo anche i piedini di appoggio e le prese sia in ingresso che in uscita (multistandard).

function and emotion

Modello

Larghezza (mm)

Altezza (mm)

Lunghezza (mm)

Peso (Kg.)

Extreme

100

61

326

2,5

500

100

61

326

2,5

1000

100

61

326

2,6

2500

100

61

326

2,6

MiniBlack

56

54

125

0,6

Four

100

59

232

1,5

Six

100

59

279

1,8

Eight

100

61

326

2,1

slim3

50

55

232

0,75

slim5

50

55

326

1,0

Derive!

100

59

158

1,1

DUPLEX

50

54

107

0,3